From the series “The Alien and the Chains” di Daniele Vannini.

Daniele Vannini
Daniele Vannini

The Alien and the Chains” è un work in progress a metà tra racconto autobiografico ed una riflessione sul tema della diversità e della libertà personale.

Un lavoro che trae le sue origini nell’ inconscio di Daniele Vannini , nell’educazione che ha ricevuto e nelle sue esperienze di vita, ma che da lì si apre rivolgendosi a tutti, soprattutto a chi sta vivendo (o ha vissuto) una vita che non sente o sentiva appartenergli veramente.

L’artista è consapevole che i suoi lavori possano e debbano essere letti in tanti modi diversi.

“cosa” ci vedano non è importante, ognuno nell’arte è giusto interpreti come sente quello che vede e non è detto che lo voglia per forza condividere con altre persone.

Quello che invece interessa a Daniele è “dare in pasto” se stesso e quello che prova allo sguardo altrui.

Diversamente, non potrebbe mai definirsi un artista.

…Per Daniele la fotografia è un ottimo pretesto per esplorare.

Il “soggetto” che predilige sono le persone, con le loro storie e le loro attitudini, ma qualsiasi cosa può catturare il suo interesse.

Ama il coraggio di vivere secondo la propria natura, di scavarsi a forza il proprio percorso incurante della disapprovazione della società, del perbenismo e del buoncostume.

Gli interessa lo strano, il diverso, senza cadere  nella trappola della ricerca del consenso, perché significa fallire in partenza….

Total
1
Shares
Previous Post
Ania Tomicka

Ania Tomicka e il suo Universo in bilico tra Fiaba e realismo…

Next Post
per esempio di mario schifano

“Per Esempio”, 1987 Mario Schifano.

Related Posts