BRYAN, KANDINSKIJ E LA NASCITA DELL’ASTRATTISMO

maria marchese
maria marchese

Il piccolo Brian, due anni e mezzo, si esprime realizzando coi colori un disegno quanto mai spontaneo… Vasilij Kandinskij realizzò proprio un acquerello dalle fattezze infanti, che indicò poi come genesi dell’Astrattismo.

Il primo acquerello astratto, infatti, è un dipinto a matita, acquarello e china su carta, realizzato da quest’ultimo nel 1910 e è attualmente conservato nel Centre Pompidou di Parigi.

L’acquerello si presenta come uno schizzo informe ricongiungibile a uno scarabocchio infantile, in questo acquerello si è proposto di sperimentare il primo contatto dell’essere umano con il mondo, con una realtà di cui non si sa nulla.

L’immagine è caratterizzata da diverse macchie colorate: alcune grosse velature espanse e trasparenti, situate in particolare nella parte alta del foglio, sembrano introdurre nella superficie bianca un senso di profondità fluttuante.

Maria Marchese

Total
1
Shares
Previous Post
Matelda Borta

Matelda Borta e il mosaico artistico.

Next Post
Silvana Piatti

Silvana Piatti e l’Autoritratto.

Related Posts