“PERSEVERANCE” di ANGELO AUGUSTO MONTORIO a cura di Maria Marchese

ANGELO AUGUSTO MONTORIO
ANGELO AUGUSTO MONTORIO

(acrilico e smalto su lastra da stampa offset, 50×70,  2021)

Il 18 febbraio 2021, una diretta televisiva mostra “il lieve bacio” che Perseverance, un rover realizzato apportando diverse migliorie al predecessore “Curiosity” , carezza, sul suolo del pianeta Marte.

Il suo viaggio era iniziato il 30 Luglio 2020…

Ang, appassionato, da sempre, agli arcani misteri legati e ai primordi e all’ignoto, custodito tra le buie trame dell’universo, segue, allora, istante per istante, l’avvento di quella “missiva” esplorativa umana, su quest’esotica terra.

L’artista melzese, quindi, concreta, a pennello, momenti di fiato sospeso, mentre la mente vigile ruba l’addivenire di un’azione e l’aria circostante, per fermarle, in una centellinata istantanea cromatica.

“Come talvolta avviene, un attimo discese e si librò e durò molto più che un attimo. E il suono tacque e il movimento tacque, per molto molto più che un attimo.”

Jhon Ernst Steinbeck

Angelo Augusto Montorio fissa, quindi, l’eternità della fuggevolezza: sull’immagine, cala la verità del silenzio, che ammanta, rispettoso e immobile, la policroma frantumazione visiva di quel preciso tempo.

L’autore corrompe un argentino e impassibile piano, contaminandone le rigorose trame con l’immediatezza del colore acrilico e la quiete di smaltati toni; essi si pacificano, addentro minuti e colorati diastemi .

Compone, allora, la studiata frammentazione del tempo dell’epifanico evento.

“A mari inesplorati, spiagge insperate.”

W. Shakespeare

Un alone bianco contraddistingue l’esploratore meccanico, indovandovi, indi, la capacità di lumeggiare il nero manto del dubbio.

Poi appare l’inesplorato, oscuro mare, potato nel verso di Shakespeare, e, di seguito, si rivelano allo sguardo “sabbiose” e confinate libertà, immaginifiche clessidre di insperate e auspicabili scoperte.

Pulsanti e intense note, di fuoco, terra, aria e acqua, imporporano quell’orologio spaziale franto: l’occhio, invero, vive la realtà di un vivace gioco di tessere, perfettamente coese.

L’opera è presente alla collettiva “WOW!” , a cura di Alessio Musella, visitabile presso la sala Ernesto Treccani, a Villa Bertelli fino al 31 Maggio 2022 nella città di Forte dei Marmi.

L’evento espositivo, inaugurato il 28 Febbraio 2022, accoglie gli elaborati di numerose personalità artistiche e ancora ne arriveranno.

Maria Marchese

Total
4
Shares
Previous Post
"PEOPLE" Mostra personale di Fabrizio Vatta

“PEOPLE” Mostra personale di Fabrizio Vatta dal 22 Maggio al 19 Giugno 2022 presso lo Spazio Scuderia presso Villa Albrizzi Marini, San Zenone degli Ezzelini (TV).

Next Post
Hot Space

La copertina dell’album “Hot Space” dei Queen in stile Warhol fu curata da Freddie Mercury.

Related Posts