“Stop Violence” di Tina Bellini.

"Stop Violence" di Tina Bellini
“Stop Violence” di Tina Bellini

L’Artista Tina Bellini non è solita realizzare opere che possano provocarle angoscia e sensazioni di malessere, cerca sempre di rappresentare energia positiva e armonica, ma ha ritenuto che non si potesse rimanere indifferenti davanti a tutto quello che sta accadendo in Iran in primis, ma ovviamente nei confronti dei femminicidi in generale.

La mano insanguinata aperta lascia un segno indelebile nell’anima, in questa opera poggia su un muro volutamente non identificato perchè potrebbe essere ovunque, e ovunque è, perchè i muri diventano le tele per dialogare con il mondo, ma in questo caso sembra svanire, come sembra farlo il dolore di chi subisce agli occhi di chi non sa o non vuole ascoltare, vedere, osservare e gridare l’orrore che da troppo tempo accompagna la sofferenza degli apparentemente più deboli…

La mano sembra essere costretta in un cerchio rosso, come rosso è il sangue del quale è intrisa, sembra non poter uscire per  mostrarsi al mondo, ma così non è, e la via per uscire dal recinto dell’omertà sembra poter essere la fede, ed ecco che appare una croce nera , cupa, costretta dal simbolo universale contro la violenza sulle donne, costretta a dare voce a quanto accade ogni giorno, e si ripete da sempre….costretta…

Alessio Musella

Questa opera è stata pubblicata sul numero di Novembre 2022 di Exit Urban Magazine interamente dedicato contro la violenza sulle Donne e per non dimenticare “l’omicidio” di Mahsa Amini

Total
1
Shares
Previous Post
Michele Tombolini

Ottobre 2021: “The voice OFF the Planet” di Michele Tombolini.

Next Post
Dark and Light Peach Blossoms

Milano: dal 25 gennaio al 12 febbraio 2023 la Libreria Bocca ospita la personale di Vera Lini “Dark and Light Peach Blossoms” a cura di Vera Agosti.

Related Posts