“I Love Pope” di Francesca Falli.

Francesca Falli
Francesca Falli

L’artista Francesca Falli nell’opera dedicata a Papa Giovanni Paolo II gioca con le parole Pope e Pop.

Il volto del Papa è posizionato al centro dell’opera perché è da lì che parte, ancora una volta, un percorso di immagini che l’osservatore cerca con gli occhi per trovare indizi che raccontano la storia di Papa Wojtyla.

Uno su tutti il Gran Sasso, montagna tra le montagne, tanto amato dal Santo Padre e simbolo dell’Abruzzo , regione d’origine dell’artista.

Nella composizione si possono trovare elementi grafici che uniscono la fede, l’amore, la musica e la città di Roma.

La Cupola di San Pietro, un Vescovo, il Colonnato di San Pietro Stilizzato, e molti altri Simboli che come in un grande  puzzle l’artista mette a disposizione del fruitore..

Un collage digitale che con sapiente creatività e ricerca  Francesca Falli crea in un disordine apparente….in cui i dettagli sono i perni intorno ai quali ruota l’opera.

La scala cromatica dell’opera è pensata con colori Pop uniti a colori più tenui per comunicare
tranquillità, calma, amore, fede, spiritualità..

In questa opera Papa Giovanni Paolo II si trasforma in un’icona Pop: pop perché è stato il Papa del popolo, colorato perché era in simbiosi con i giovani e con la positività..

L’anima di Papa Giovanni Paolo II , senza temere di sembrare blasfemi nel affermarlo, era un’anima decisamente Pop…

Il codice per leggere questo “ritratto” del Papa esce dai canoni tradizionali dell’iconografia classica, volutamente segue la regola non scritta, ma  fondamentale della Pop Art: avvicinare l’osservatore all’opera, incuriosire per poi lasciare che sia chi osserva a scegliere come leggere l’opera…

Ponendo un oggetto apparentemente fuori dal suo contesto Francesca Falli vuole attirare su di esso l’attenzione: viviamo in un mondo mediatico , che produce immagini in grande quantità e noi navighiamo in mezzo ad esse, a volte senza accorgerci della loro presenza.

L’arte di Francesca ferma in singoli fotogrammi quello che nella realtà è un fluire ininterrotto di volti, corpi , oggetti e soggetti , scritte che nella vita di tutti i giorni, proprio per la velocità con la quale vengono percepiti, rischiano di non essere apprezzati e capiti….

Alessio Musella

Opera realizzata su richiesta del curatore Alessio Musella e donata in occasione del concerto del 17 Gennaio 2023 in Campidoglio in onore di Papa Giovanni Paolo II che ha visto protagonista il Soprano Dominika Zamara.

Total
1
Shares
Previous Post
Dark and Light Peach Blossoms

Milano: dal 25 gennaio al 12 febbraio 2023 la Libreria Bocca ospita la personale di Vera Lini “Dark and Light Peach Blossoms” a cura di Vera Agosti.

Next Post
Halina Skroban

La pittura di Halina Skroban…

Related Posts