Blog Categories

Blog Categories

Fotografia

In questa categoria potete trovare fotografi emergenti e non , le loro opere fotografiche disponibili in piattaforma  e brevi Bio.

Sotto Categorie

  • Daniele Vannini
    <p class="MsoNormal"><span style="font-family:Arial, sans-serif;">"Il mio fotografare é frutto di una sofferenza, di un disagio personale. Per questo ho iniziato a scattare fotografie, per trovare una diversa chiave di lettura a certi aspetti della vita."</span></p> <p></p> <p class="MsoNormal"><span style="font-family:Arial, sans-serif;">Nato a Milano nel 1984, Daniele Vannini inizia il suo percorso professionale nel 2010 come reporter, collaborando con alcune agenzie di stampa meneghine, e pubblicando sulle più importanti testate giornalistiche italiane.</span></p> <p></p> <p class="MsoNormal"><span style="font-family:Arial, sans-serif;">La sua ricerca personale si snoda tra esplorazione e analisi autobiografica. "Uso la fotografia come pretesto per conoscere e capire. Sono attratto da quello che viene definito borderline, da ciò che la società perbenista considera anomalo, sbagliato, o addirittura perverso. Quello che viene considerato "brutto" spesso rivela un'enorme autenticità, una pervicacia di vivere secondo la propria natura, senza maschere o condizionamenti. </span></p> <p></p> <p class="MsoNormal"><span style="font-family:Arial, sans-serif;">In parallelo fotografo quello che fa parte del mio quotidiano, con le sue paure ed insicurezze. Tuttavia, che io stia fotografando mio figlio, un albero, o una transessuale nuda la cosa non cambia. Sento sempre di fotografare me stesso."</span></p> <p></p> <p class="MsoNormal"><span style="font-family:Arial, sans-serif;">Per affrontare questo complesso insieme di sensazioni adotta, di contro, uno stile di ripresa estremamente crudo e diretto. Un bianco e nero contrastato e, soprattutto, la luce del flash sparata sul suo soggetto. "Il flash mostra esattamente le cose per quelle che sono. È una luce dura, non edulcorata, così come lo é la realtà della vita. L'interpretazione, quindi, non é tanto nel modo in cui io fotografo, ma nel come le mie foto verranno osservate. Ed é lo stesso motivo per il quale difficilmente gli assegno un titolo. </span></p> <p></p> <p class="MsoNormal"><span style="font-family:Arial, sans-serif;">Lasciare campo libero al mio osservatore e, contemporaneamente, metterlo davanti alla realtà per quella che é. Questo é il mio scopo."</span></p>
  • Raimondo Rossi
    <p style="margin:4.5pt 0cm 12pt 35.4pt;"><span style="font-size:11pt;font-family:Arial, sans-serif;color:#000000;">Laureato in matematica all’università di Perugia, inizia coltivare nuovi interessi, quali corsi di teatro, danza contemporanea e fotografia, e nel 2012 è chiamato, nel ruolo di modello, per dei video per dei festival e per indossare gli abiti di un designer emergente in eventi di moda. Notato nel settore, viene accreditato e invitato, come blogger e fotografo di reportage, in tutte le Fashion Week italiane e poi, allo stesso modo, a Parigi e a Los Angeles. Dopo l’esperienza nelle più importanti sfilate e backstages, si dedica ora, o in maniera indipendente o con le riviste 3D, British Thoughts e Sir-K, a lavori di styling, direzioni creative o fotogiornalismo. Cura nello stesso tempo il suo website personale, dove pone attenzione su viaggi, arte, moda, personaggi. Le sue fotografie sono presenti nella galleria di Vogue Italia, e la storica rivista NZZ lo ha inserito fra le “10 icone di stile da seguire nella moda uomo”. Appare nella galleria di Getty Images, considerata l’agenzia fotografica più importante al mondo. “Fotografia moderna”, portale da 2 milioni di visitatori annuali, lo ha definito come “grande fotografo italiano, con caratteristiche di Richard Avedon ma l’audacia di Terry Richardson”.</span></p> <p></p>
  • Emanuele Colombo
    <p><span style="font-size:14pt;">Emanuele Colombo fotoreporter per diversi quotidiani e riviste come Gulliver, Io Donna, Rodeo e dal 2009 tra i fotografi rappresentati dall’Agenzia Grazia Neri. Nel 2002 la sua prima mostra personale presso la galleria ClickArt di Milano a cura di Enrica Viganó. Dal 2006 la ricerca di Emanuele Colombo si concentra sulle automobili in stato di abbandono rinvenute nel corso dei suoi viaggi. Emanuele Colombo ci spiega il suo lavoro :- L’abbandono di questi oggetti meccanici, pensati dalla logica umana, nati per la velocità, li lascia dissolvere nel Caos dell’indeterminazione della natura.</span><span style="font-size:8.5pt;"></span></p><p></p> <p><span style="font-size:8.5pt;"> </span></p> <p><span style="font-size:8.5pt;"> </span></p> <p><span style="font-size:14pt;">In collaborazione con Venice Faktory</span><span style="font-size:8.5pt;"></span></p><p></p> <p></p> <p></p>
  • Elisabetta Valentini
    <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Cos'è la Fotografia per Elisabetta Valentini</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Mi chiedi che cosa è la fotografia</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">una domanda complessa a cui cerco di dare la risposta più semplice </span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">la fotografia è scrivere con la luce.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Poi mi chiedi che cosa è per me la fotografia</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Ed io raccolgo la sfida e mi impegno a darti una risposta profonda e sincera ma soprattutto</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">semplice : la fotografia per me è gioia.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Ora mi chiedi di spiegare quella gioia.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Ascolta, la fotografia è come la scrittura, un mezzo per solitari.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Basta una macchina fotografica e la propria sensibilità, non serve altro.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Io sono una solitaria. Il miei mezzi di espressione sono la scrittura e la fotografia.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">In fotografia si può affidare ad un solo scatto il racconto di una storia.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Ed è per questo che a me non basta una bella immagine, la struttura perfetta, la forma che</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">diventa bellezza, quell’immagine deve anche emozionare, suggerire, deve essere capace di far</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">entrare in un mondo, quel mondo che altro non è che il mondo di chi fotografa.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Qui c'è il profondo desiderio del solitario, direi il vizio del solitario; entrare in relazione con il</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">mondo.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;">La cosa più difficile è esprimere questo nella maniera più semplice, immediata che si può</p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">risolvere in un attimo.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Un attimo che ha del sacro, basta pensare che in quell’attimo molte fotografie dei grandi hanno raggiunto l’eternità .</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Siamo bombardati da immagini, la sfida è sempre più ardua, trovare un modo nuovo, diverso, qualcosa che puoi esprimere solo tu, perché oltre ad essere un fotografo sei un essere umano capace di guardare e di vedere qualcosa che per gli altri rimarrebbe non vista.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">È un vizio fotografare, un vizio che mi appartiene, ho sempre qualcosa da fotografare, non passa giorno che non scatti una fotografia, è azione immediata, vitale, destinata alla mia meraviglia e spero all’ emozione di chi guarda. Senza fotografare ogni giorno, per me è come vivere bendata.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Fotografare mi astrae dal tempo, dal mondo, mi impegna in profondità, una fusione di cuore mente corpo, per poi riconsegnarmi al tempo e al mondo.</span></p><p></p> <p class="MsoNormal" style="margin-bottom:10pt;line-height:115%;"><span lang="it" xml:lang="it">Tutto questo è la mia gioia, la mia gioia più pura.</span></p><p></p>
  • Madeleine Fleau
    <p><span style="font-family:Calibri, sans-serif;font-size:14.6667px;">Mi scattai il primo “selfie” quando ancora non si chiamavano così, avevo 13 anni, i capelli biondo platino, il trucco pesante e provavo l’ennesimo stile appartenente a qualche sottocultura inglese. La gente mi fissava, commentava o mi chiedeva di fare una foto insieme, mi piaceva. Mi sentivo un personaggio, non solo una modesta ragazzina di città. Con il tempo il mio stile cambiò, ma non smisi di venir notata, anche dai fotografi. Iniziai a posare per gli altri, ma non mi bastava mai, non volevo essere una bambola da copertina, volevo manifestarmi nella mia complessità non solo estetica. Il primo autoscatto eseguito con coscienza era in bianco e nero, un tavolo apparecchiato, io con un abito nero intenta a mangiare la mia stessa testa nel piatto. Avevo scoperto Joel Peter Witkin. Era un periodo difficile, di forte stress, mi sentivo il mio stesso carnefice. Guardando quella foto sentii che ero riuscita a rappresentare il caos di settimane in un solo attimo, che sarei potuta sembrare terrificante ma che infondo quell’immagine suonava così sincera e simile alla realtà. Ho amato e preso a braccetto il paradosso di fotografare il surreale pur dicendo sempre la verità</span></p>
  • Federica Palmarin
    <p class="MsoNormal"><span style="font-family:Arial, sans-serif;">Federica Palmarin è nata a Venezia, in Italia. È cresciuta in Italia e Mauritius, nell'Oceano Indiano. Esplora il mondo con video e fotografia. Lavora in arte visiva come fotografa e regista video, il suo lavoro è incentrato su ritratto, reportage e ricerca. Ha esposto in singoli e collettivi, in Italia, Rotterdam, Osaka, Miami, Venezia. Ha collaborato con Vice Magazine e Colours Magazine come fotografo, fotoreporter. Le sue opere d'arte fanno parte della collezione permanente della Deutsche Bank di Milano. Lavora come direttore della fotografia della rivista Colors, Benetton, per diversi numeri. </span></p>

Filtri attivi

  • “My Skin” 1/7

    350,00 €

    “My Skin”

    Fotografo: Raimondo Rossi

    Tiratura: EDIZIONE LIMITATA 7 copie numerate e firmate

    Dimensioni: 28x37,33

    Anno: 2017

    Tecnica: Shot one time, Polaroid Style

    Supporto: 

    CORNICE IN LEGNO NERO COSTRUITA A MANO, 50X50 CM,. SPESSORE 1 CM., BORDO 1CM , PASSEPARTOUT 

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • “I made myself proud” 1/7

    350,00 €

    “I made myself proud”

    Fotografo: Raimondo Rossi

    Tiratura: EDIZIONE LIMITATA 7 copie numerate e firmate

    Dimensioni: 36x32,78 cm.

    Anno: 2017

    Tecnica: Shot one time, Polaroid Style

    Supporto: 

    CORNICE IN LEGNO NERO COSTRUITA A MANO, 50X50 CM,. SPESSORE 1 CM., BORDO 1CM , PASSEPARTOUT 

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • "Ethan" 1/7

    350,00 €

    "ETHAN"

    Fotografo: Raimondo Rossi

    Tiratura: EDIZIONE LIMITATA 7 copie numerate e firmate

    Dimensioni: 36x33,78 cm.

    Anno: 2019

    Tecnica: Shot one time, Polaroid Style

    Supporto: 

    CORNICE IN LEGNO NERO COSTRUITA A MANO, 50X50 CM,. SPESSORE 1 CM., BORDO 1CM , PASSEPARTOUT 

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • "Brothers" 1/7

    350,00 €

    "Brothers"( California)

    Fotografo: Raimondo Rossi

    Tiratura: EDIZIONE LIMITATA 7 copie numerate e firmate

    Dimensioni: 36x27 cm.

    Anno: 2017

    Tecnica: Shot one time, Polaroid Style

    Supporto: 

    CORNICE IN LEGNO NERO COSTRUITA A MANO, 50X50 CM,. SPESSORE 1 CM., BORDO 1CM , PASSEPARTOUT 

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • “IBRAHIM” 1/7

    350,00 €

    “IBRAHIM”

    Fotografo: Raimondo Rossi

    Tiratura: EDIZIONE LIMITATA 7 copie numerate e firmate

    Dimensioni: 28x32,97 cm.

    Anno: 2020

    Tecnica: Shot one time, Polaroid Style

    Supporto: 

    CORNICE IN LEGNO NERO COSTRUITA A MANO, 50X50 CM,. SPESSORE 1 CM., BORDO 1CM , PASSEPARTOUT 

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • "New Skies” 1/7

    350,00 €

    New Skies

    Fotografo: Raimondo Rossi

    Tiratura: EDIZIONE LIMITATA 7 copie numerate e firmate

    Dimensioni: 36x36 cm.

    Anno: 2017

    Tecnica: Shot one time, Polaroid Style

    Supporto: 

    CORNICE IN LEGNO nero COSTRUITA A MANO, 50X50 CM,. SPESSORE 1 CM., BORDO 1cM , passepartout 13 CM

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • Traccia 1/5

    2.000,00 €

    Opera: Traccia

    Fotografo: Elisabetta Valentini

    Tiratura: 5

    Dimensioni: 60x60 in cornice di 80X80

    Anno: 

    Tecnica: 

    Supporto: carta HAHNEMUHLE PHOTO RAG GR 310

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • Foglie 1/5

    1.600,00 €

    Opera: Foglie

    Fotografo: Elisabetta Valentini

    Tiratura: 5

    Dimensioni: 20x20 in cornice 80x80

    Anno: 

    Tecnica: 

    Supporto: su carta HAHNEMUHLE PHOTO RAG GR 310

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • Bosco 1/5

    2.000,00 €

    Opera: Bosco

    Fotografo: Elisabetta Valentini

    Tiratura: 5

    Dimensioni: 60x60 in cornice di 80x80 

    Anno: 2015

    Tecnica: 

    Supporto: Stampa su carta HAHNEMUHLE PHOTO RAG GR 310 

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • Sepolta Morta 1 dalla serie "Le Terre de la Lune" 1/5

    350,00 €

    Opera: Sepolta Morta dalla serie "Le Terre de la Lune"

    Fotografo: Madeleine Fleau

    Tiratura: 5

    Dimensioni: 48 x 48 o 19 x 19 

    Anno: 2019

    Tecnica: fotografia eseguita ed editata con il cellulare

    Supporto: Stampe su acetato applicato su lastra di alluminio.

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • Sepolta Morta 2 dalla serie "La Terre de la Lune" 1/5

    350,00 €

    Opera: Sepolta Morta 2 dalla serie "Le Terre de la Lune"

    Fotografo: Madeleine Fleau

    Tiratura: 5

    Dimensioni:  48 x 48 o 19 x 19 

    Anno: 2019

    Tecnica: fotografia eseguita ed editata con il cellulare

    Supporto: Stampe su acetato applicato su lastra di alluminio.

    Certificato di autenticità firmato dall'autore

  • "Il Vaso" della serie: "Incūbo" 1/5

    350,00 €

    Opera: "Il vaso" della serie: "Incūbo"

    Fotografo: Madeleine Fleau

    Tiratura: 5

    Dimensioni:  17 x 23

    Anno:  2020

    Tecnica: fotografia eseguita ed editata con il cellulare

    Supporto: Stampe su acetato applicato su lastra di alluminio.

    Certificato di autenticità firmato dall'autore