FILLY LUPO, UNA SETTIMANA NEL SEGNO DI CARLOS GARDEL ED ENRICO CARUSO

FILLY LUPO

Un’intervista sulla principale emittente pubblica argentina e due esibizioni dal vivo: è una settimana nel segno della canzone napoletana quella che vivrà Filly Lupo, la cantante milanese di origini campane che si sta rapidamente guadagnando l’attenzione di critica e pubblico.

Artefice del rilancio del brano Comme se canta a Napule, venerdì 23 luglio alle ore 11.30 di Buenos Aires la scugnizza della Bovisa interverrà ai microfoni di radio LA 2×4 proprio per presentare il progetto della Fondazione Bideri voluto per celebrare i 60 anni della scomparsa di E.A. Mario.

Nel corso della trasmissione El Arranque, verranno trasmesse le due versioni di Comme se canta a Napule realizzate da Filly Lupo ovvero il duetto virtuale con il re del tango Carlos Gardel, che incise il brano nel 1931, e quella interamente sua.

Domenica 25 luglio, poi, la cantante sarà una delle protagoniste di Bentornato Don Enrico, il concerto in programma al Maschio Angioino che apre le celebrazioni del centenario della scomparsa del grande tenore promosse dal Ministro della Cultura, Franceschini.

Accompagnata dalla band guidata da Marcello Gentile e Gianmarco Libeccio, Filly Lupo interpreterà Pecchè? e Scordame, due delle più interessanti canzoni napoletane registrate da Enrico Caruso.

Mercoledì 28 luglio, infine, Filly Lupo tornerà a proporre Comme se canta a Napule, questa volta ospite di Marisa Laurito nello show ‘O babbà è ‘na cosa seria, che si svolgerà ad Agerola nell’ambito del festival “Sui sentieri degli Dei”.

Ad accompagnarla dal vivo ci sarà Ernesto Nobili, chitarrista e produttore artistico del progetto dedicato ad E.A. Mario.

Ufficio stampa Fondazione Bideri:

Antonella Ambrosio 347 676 14 34

Rimani Aggiornato

Iscriviti alla Nostra Newsletter