Safet Zec- figura centrale del movimento “Realismo Poetico”.

Posted By: Alessio Musella In: Arte On: Comment: 0 Hit: 364

Safet Zec, pittore ed incisore nato nel 1943 a Rogatica, in Bosnia-Erzegovina, figura centrale del movimento “Realismo Poetico”.

L’arte è frutto di dolore come nelle opere di Safet Zec, nei suoi quadri emerge l’esigenza di riportare alla luce il dramma della guerra, della carestia e della fuga, ricordi indelebili che appartengono alla sua storia personale quando nel 1992 scoppiò la guerra in Jugoslavia, emigrando in Italia a Venezia, la sua seconda patria, la sua nuova base creativa. 

Immagini ricorrenti, sovrapposte e stratificate nelle sue tele, giornali che creano le basi e riemergono dalla pittura, pagine di giornali da cui spesso Safet s’ispira per restituirci come nella sua personale Exodus la disperazione, la violenza dell’umanità che si spegne nell’indifferenza e nella dimenticanza.

Il colore  verde nelle sue diverse tonalità è parte della cifra stilistica di Safet Zec, così come nella sua serie sugli alberi e i paesaggi; l’azienda Francese Hermes sceglierà un’opera tra i suoi rigogliosi alberi per pubblicizzare il celebre profumo “Un jardin sur la lagune”. Significativo il lavoro incisorio del Maestro Zec, le sue acquaforte ricche di dettagli sono segni preziosi, scrigni di poesia. 

Paola Fiorido 

Comments

Leave your comment