A tu per tu con il Maestro José Luis Corella.         

José Luis Corella
José Luis Corella

Lo scorso 12 gennaio al “MEAM Museo de Barcelona” abbiamo partecipato all’esposizione del Maestro José Luis Corella in una forma insolita, un incrocio di due arti.

La mostra è stata preceduta da un concerto per soprano (Dominika Zamara) e chitarra classica (Hernán Navarro).

Una fusione voluta dal Maestro, noi eravamo li a Barcellona estasiati dai lavori esposti nelle splendide sale del MEAM

Incrociando il Maestro non abbiamo perso l’occasione di fare una chiacchierata.

Riferendoci alla sua ultima esposizione al MEAM Museo de Barcellona, (tra l’altro record visitatori), come l’ha vissuta?

– È stata una grande emozione.

È stata una notte magica, circondata da amici, dalla mia famiglia, i miei studenti e molte altre persone che si sono unirsi all’inaugurazione come Dominika Zamara e Hernán Navarro che hanno condiviso la loro arte.

Abbiamo visto un pubblico molto caldo e attento, lo potremmo definire un successo.

– Credo di si.

La sola presenza di così tante persone dimostra l’interesse che il mio lavoro ha suscitato.

Lei ha fatto molte esposizioni in diverse parti del mondo, cosa è la differenza tra esporre all’Estero e nel suolo Patrio?

– Non c’è differenza nel livello di accettazione da parte del pubblico e nelle reazioni.

Da dove trae ispirazione per i suoi quadri, e come nasce il suo processo creativo?

– Traggo ispirazione dal mondo che mi circonda, dalle mie esperienze quotidiane, ma anche dalle letture o dai film che vedo. Immagino che tutto ti arricchisca e prima o poi sorgono le idee.

Parlando della sua arte la potremmo definire un nuovo corso nella contemporaneità?

– Non sono io che posso dirlo.

Non ho la possibilità di vederlo da una certa distanza. Ho intenzione di fare creare una pittura attuale e consona al tempo in cui viviamo.

Comprensibile e impegnata.

Tornando alla sua recente esposizione al MEAM, la mostra è stata aperta da un concerto del soprano Dominika Zamara e dal chitarrista Hernán Navarro.

Cos’è che lega due arti in apparenza dissimili?

-L’Arte                                                                          

Maestro, Quali sono i suoi progetti futuri?

– Continua a dipingere e preparare altre mostre.

Ringrazio il Mastro José Luis Corella  per la sua disponibilità.

Enrico Bertato

Total
7
Shares
Previous Post
lolek di Tina Bellini

“Lolek” di Tina Bellini.

Next Post
Pawel Rosinski

“La stretta”di Pawel Rosinski.

Related Posts